L’abito non fa il monaco, ma il monaco può farsi un abito!

 

Il concetto è reiterato in vari proverbi: l’abito non fa il monaco, un libro non si giudica dalla copertina, non è tutto oro quel che luccica ecc. In breve, l’apparenza non determina necessariamente la sostanza – e su questo penso che siamo tutti d’accordo.

Ci sono dei casi, però, in cui apparenza e sostanza coesistono necessariamente accoppiate, come le ali di un uccello. Perché in fondo se il monaco non fa corrispondere la sua indole interiore all’abito che porta è per sua scelta, non perché esista una regola che contrapponga per forza l’essere all’apparire.

Nelle culture tradizionali, gli abiti hanno sempre avuto una qualità identificativa di appartenenza ad etnie e ruoli sociali e familiari, dichiarando questi ultimi in maniera immediata e visibile per chiunque.

In alcuni casi l’abito, soprattutto se cerimoniale o rituale, si carica di valenze ancestrali e gli ornamenti, i colori  ed il taglio, sono elementi che rinforzano il potere di chi lo indossa, la qualità che in qualche modo egli o ella vuole incarnare.

Sciamano Siberiano

Anche nella nostra apparentemente civilizzata società l’abito continua ad essere una sorta di biglietto da visita, magari a livello puramente subliminale.

Forse inconsapevolmente o in alcuni casi in maniera più disincantata e commerciale, continuiamo a proporre al mondo un’immagine di noi stessi attraverso il look, e continuiamo ad affidare all’immagine esteriore quello che inevitabilmente è il primo approccio con l’altro.

“Vesto dunque sono”

“Vesto dunque sono”, potremmo dire esasperando il concetto, ovvero indosso qualcosa che raccoglie ed esprime la mia energia e la comunica al mondo esterno, rivelandomi in maniera sottile ma incredibilmente completa.

L’abito tradizionale da sposa delle città algerina di Tlemcen

Acquisire consapevolezza dei meccanismi che regolano le nostre scelte in fatto d’abbigliamento può diventare un affascinante viaggio nel nostro essere, nelle nostre debolezze e nei nostri punti di forza. Addirittura può diventare un percorso attraverso cui sanare per quanto possibile le prime e rafforzare i secondi. La cromoterapia, e più in generale l’arte di curare attraverso colori e forme, è un tratto comune a tutte le forme di Medicina Tradizionale e il valore rituale della “costruzione” di un abito, quello che forse assaporano talvolta le spose, intesse fili che vanno ben oltre stoffe e cuciture.

Ci sarebbe da chiedersi quanto potere femminile e matriarcale fosse impigliato nei corredi che anticamente venivano cuciti in famiglia, nelle lenzuola di lino e nei ricami che ancora oggi ammiriamo sulla biancheria d’epoca, magari della nonna.

Oggi una parte di questa cultura e di questa trasmissione che passava dalle mani sapienti delle donne di una generazione all’altra è andata persa, ma questo non deve privarci della consapevolezza di un meccanismo e soprattutto della possibilità di utilizzarlo. Non per nulla il vocabolo “abito” viene dal latino “habitus”, termine che designava l’aspetto esteriore ma anche la natura o il carattere di una persona.

Vestirsi consapevolmente

Entrare nella dimensione di un vestire consapevole significa:

  • rispettare il proprio corpo così come è fatto, ricercando le forme che lo facciano sentire comodo e che ne esaltino le caratteristiche positive;
  • valorizzare la propria natura, attraverso un’espressione armoniosa del gusto personale che, pur tenendo conto delle mode, deve sempre essere particolare ed individuale;
  • e infine dare spazio ed ascolto alla propria anima, utilizzando il colore, la morbidezza o il rigore del taglio, per esprimere la nostra vibrazione profonda.

Dato che tutta la materia è energia, non deve stupirci la quantità di comunicazioni e relazioni che possono stabilirsi tra tutto ciò che esiste.

Non limitiamoci ad indossare la nostra vita, disegnata e cucita da altri per molti altri.

Possiamo fare di meglio e di più…

 

I 7 Chakra principali

Fonti

Fonte immagine in evidenza http://7-themes.com/6994405-abstract-colorful-fire.html

Fonte immagine 1 https://www.nationstates.net/nation=tzarsgrad/detail=factbook/id=105258

Fonte immagine 2 http://www.donnaclick.it/matrimonio/61975/abiti-da-sposa-dal-mondo-sette-vestiti-tradizionali-di-altre-culture/

Fonte immagine 3 https://it.pinterest.com/pin/149885493825968042/

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *