The Queen of Pop: Madonna, la divina

The Queen
Billboard Awards 2016

Madonna Louise Veronica Ciccone, classe ‘58, è sicuramente una delle icone della musica mondiale.

Definita The Queen of Pop,  secondo il Guinness dei Primati, è l’artista femminile ad aver venduto di più nella storia della musica: oltre 95 milioni di album negli Stati Uniti e, complessivamente, 500 milioni di dischi in tutto il mondo.
Nel 1983, in un’intervista con J. Randy Taraborrelli –  giornalista e biografo americano, famoso per aver scritto biografie di artisti e politici, molte delle quali divenute best sellers – dichiarava:

“Le persone non sanno ancora quanto io sia brava, ma lo scopriranno presto. Nel giro di qualche anno tutti lo sapranno. Ho progettato di diventare una delle star più grandi di questo secolo.”

Mai dichiarazione fu più profetica, da cantante ad attrice, da scrittrice a testimonial per molte campagne pubblicitarie: dalla Pepsi Cola, ad H&M, da Versace alla BMV, da Louis Vuitton a Dolce & Gabbana, solo per citarne alcune.
Doppiatrice, regista e produttrice ha anche dato vita ad Imprese e fashion brandsI premi che ha vinto non si contano.

The Queen: scandalosa e trasgressiva

Gli aggettivi per lei si sono sprecati: fantastica, divina, stravagante, dissacrante, immorale, sexy, trasgressiva.  The Queen è sempre stata unica.
Ha stravolto continuamente i canoni della musica e della moda senza dar peso a critiche o torcimenti di naso.

The Queen
Like A Virgin, cover album

Non si è mai fatta fermare da nessuno e non è mai tornata indietro sui suoi passi.
Era il 1984, quando fece scandalizzare tutti i conservatori cattolici del mondo indossando un abito da sposa per il suo video di Like A Virgin.

I suoi look sono stati infiniti, ha sempre voluto divertire, osare, mettersi in gioco. Ha dettato moda. E’ passata dal rock con i jeans strappati, al punk delle borchie e del chiodo in pelle.

Il tulle con lei è diventato protagonista insieme alle bandane tra i capelli. Le croci inserite come elementi moda le ha introdotte lei.  Nessuno fino ad allora aveva osato unire il sacro al profano in maniera così sfacciata.
Nel video American pie  indossa ciò che è ritenuto indispensabile avere nello stile d’oltreoceano: jeans patchwork e canotta. Ma è il diadema a diventare un must have della moda.

Da Gaultier a Versace passando per Dolce & Gabbana

E’ diventa dark con l’abito firmato Jean Paul Gaultier, ispirato alla pittrice sudamericana Frida Kahlo e indossato nel video Frozen.
Con elegante disinvoltura si è rivolta all’Oriente la sua spiritualità è in Nothing Really Matters nell’album Ray of Light con gli abiti kimono dalle tonalità accese e calde.
Nel 1991 ha incontrato Dolce & Gabbana, due stilisti agli inizi della loro carriera mentre lei era al top del “momento erotico”. Erotica è, appunto, il suo album del 1992.

The Queen
New York, 1991, première del film “A letto con Madonna”.

The Queen che indossa i loro gioielli darà agli stilisti la grande spinta che loro serviva . Indimenticabile è il corpetto tempestato di pietre colorate e cristalli che Madonna  indossava a New York nel 1991 per la première del film “A letto con Madonna”.
Anche Donatella Versace parla di lei come una musa e molte sono le loro collaborazioni nell’arco del tempo.
Come la musica, anche la moda ha i suoi ritorni  e nel 2010 eccola ritornare ai body tanto in voga negli anni ‘80.
Nel 2016 la rivista Billboard Music l’ha premiata come Donna dell’anno. Il suo discorso di ringraziamento ha fatto il giro del web.
Nella conclusione, la spiegazione di come tutte le sue controversie siano state un naturale sviluppo di tutto ciò che ha fatto.

“Penso che la cosa più controversa che ho mai fatto è restare, Michael è andato. Tupac è andato. Prince è andato. Whitney è andata. Amy Winehouse è andata. David Bowie è andata. Io sono ancora qui. Sono tra i fortunati e ogni giorno ringrazio per le benedizioni che ho”.

Oggi

Attualmente molti dei suoi abbigliamenti passerebbero inosservati ma erano gli anni ‘80 e lei, The Queen, ha dato alle donne il coraggio di trasgredire. Ora che la sua immagine è diventata quella di una donna matura, pur senza intaccare il suo essere sempre e comunque la trasgressiva The Queen, credo che non disdegnerebbe se le scivolasse addòsso un abito plissé. Un plissé elegante, raffinato, unico: un plissé Papoff.

Fonte Immagine in evidenza

Please follow and like us:

3 Commenti

  1. Maria

    Gran bell’articolo. Vero, la trasgressivitá di Madonna è stata importante. Comunque, bel sito. Leggerò di più. Me lo hanno segnalato solo poco fa 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *